giovedì 27 dicembre 2007

Due acquisti e un regalo

Qui da me c'è una pila di albi e romanzi che aspettano solo d'esser letti. Somiglia sempre più alla torre di Babele. Ma la tentazione supera il buon senso. E allora fregandomene delle priorità di lettura e del relativo smistamento con archiviazione conseguente sugli scaffali, se entro in edicola o peggio in libreria compro sempre qualche nuovo volume.
L'ultimo è un doppio acquisto consumato alla Edison di Firenze. E pensare che ero entrato solo per fare un regalo. Entrambi i libri sono degli "indispensabili". Il primo è un classico che, ahimè, non ho mai letto. Almeno finora. Si tratta del Poema a fumetti di Dino Buzzati (Oscar Mondadori, euro 10.40), forse il primo romanzo grafico italiano.
Il secondo -e qui la scelta è premeditata e mirata- è Irripetibili, Le grandi stagioni del fumetto italiano di Luca Boschi (Coniglio Editore, 28 euri ben spesi per una lettura da non mancare).
Poi arriva da chi non t'aspetti un regalo che, per sua natura, quasi mai è azzeccato. Invece stavolta ci siamo: si tratta di Lenore di Roman Dirge (Elliot edizioni). Avrei voluto comprare il volume della bambina morta già quest'anno a Lucca Comics. Con lo sguardo ho corteggiato Roman per qualche secondo. Non sapevo chi fosse ma mi ricordava Morgan (ex Bluvertigo). Solo un po' più gonfio.

2 commenti:

jaspersjoke ha detto...

Lenore è assolutamente un capolavoro ma è stato letteramente ucciso dalla traduzione e dall'impaginazione di questa versione "italiota" :(

Luca Boschi ha detto...

Ciao a tutti gli abitanti della Quinta Stanza!

Grazie assai per avermi citato così tante volte! Solo stanotte, facendo un giro in rete, me ne sono accorto, e ringrazio Gianluca Testa, non solo per questo, ma soprattutto per l'ottimo lavoro che sta conducendo, senza guardare in faccia a nessuno. E a Lucca, so bene quanto sia difficile!
Alla prossima!

Luca